+39 392 141 7963 info@studiogaudio.com

Un mix tra sound e contenuti di valore, la band presenta un brano fresco e potente lanciando un messaggio chiaro.
L’Orchestra Mancina è la band che più abbiamo seguito nel corso degli anni, infatti curiamo dal 2011 la gestione tecnica sia in live che in studio.
Lo scorso anno abbiamo realizzato il primo album di brani inediti: “Emusicon” , lavoro che ha riscosso un ottimo successo, con la vendita di più di 2000 copie. Siamo stati onorati di realizzare con loro l’incisione ed il missaggio di questo gran bel lavoro, come sempre ci siamo dedicati con tutto il cuore a questo progetto, e oggi siamo fieri di presentare ai nostri associati “UNA STORIA D’ESTATE”, track seguita da videoclip.
La canzone ha l’inconfondibile stile reggae/ska dell’Orchestra Mancina e noi, come sempre, abbiamo cercato di dare un sound potente e fresco, tenendo ben presente il mercato italiano che pare preferisca ancora questo tipo di sonorità. E’ stato poi divertente missare le tracks con un sistema ibrido analogico/digitale: un modus che appaga sia la voglia di avere profondità e spessore analogico, che la definizione e la chirurgia del sistema digitale. Il risultato è apprezzabile sotto vari aspetti, ha un piano sonoro preciso ed il timbro generale evoca e richiama l’idea live, luogo dove la band si esprime al meglio e, pur avendo effettuanto una registrazione in overdubs, il groove sembra essere realizzato in presa diretta.
Il brano ha visto la partecipazione di special guests come Antonio Oliveti alle percussioni e Manlio Calafrocampano alla voce. Anche in questo senso l’Orchestra Mancina si è superata: due collaborazioni ben ponderate che hanno apportato gran beneficio al valore artistico brano.
Il tema trattato è dei più attuali e, nonostante la musica sia allegra e spensierata, il testo affronta dramma dell’immigrazione, delle vittime che si perpetuano nei nostri mari e dei tanti bimbi che purtroppo concludono il loro viaggio in fondo al mare. Nonostante la tragica realtà che rappresenta il viaggio intrapreso dai migranti, si evidenzia un bellissimo messaggio di speranza, per un mondo dove è ancora possibile non avere ostacoli mentali, capace di far guardare oltre.
Vi presentiamo UNA STORIA D’ESTATE, commentate pure qui sotto l’articolo per darci i vostri pareri.

 

Condividi :